Salernitana, Castori: «Voglio una squadra operaia, dovremo correre il triplo»

Sei gol nel test con il Foligno, il tecnico annuncia Zortea e Ruggieri: «Gli under sono importanti»

Nonostante la rosa ampiamente rimaneggiata, Fabrizio Castori ha potuto raccogliere qualche spunto dal primo test amichevole effettuato in ritiro: i granata hanno superato 6-0 i dilettanti del Foligno. In evidenza l’attaccante salernitano Fella che ha messo a segno le prime due reti, seguito dalla doppietta di D’Andrea e dai gol di Kristoffersen e Schiavone. Dal punto di vista tattico la Salernitana è ripartita dal 3-5-2, modulo utilizzato per gran parte dello scorso campionato e sul quale si sta orientando anche il mercato dei granata che nelle prossime ore dovrà entrare nel vivo per consentire a Castori di lavorare con una rosa quanto più completa possibile.

«Le trattative le fa il direttore ma naturalmente ci consultiamo», ha esordito il tecnico in conferenza stampa. «Cerchiamo giocatori che non solo tecnicamente e motivazionalmente sono allineati con noi ma c’è anche un rapporto economico da rispettare. Io non sono preoccupato. L’anno scorso siamo partiti anche peggio. Quest’anno c’è una base, almeno dal piunto di vista tattico. Adesso dovrebbero arrivare due ragazzi. Zortea domani, Ruggieri tra qualche giorno. Sono due under bravi che possono stare in una squadra di serie A».

Ma la lista dei rinforzi è lunga: «Servono tre attaccanti, un esterno a destra, tre centrocampisti e un paio di difensori. Ma dipende anche dal mercato che riusciamo a fare con gli under. Ad esempio se potesse tornare Coulibaly risolveremmo un problema. La serie A è difficile ma bellissima. Penso che le motivazioni saranno talmente tante e forti che si supererà qualsiasi tipo di ostacolo. Non sono abituato a piangere o lamentarmi. L’importante è non sbagliare gli acquisti. Anche io dico al direttore di portarli il prima possibile ma non si devono commettere errori».

Castori ha, infine, tracciato un identikit dei rinforzi richiesti: «Voglio calciatori che non vogliono la palla addosso e gente che corre. Se ti devi salvare devi avere una squadra che corre, perché sul piano tecnico non riesci a mai essere competitivo con altre squadre che hanno un tasso tecnico superiore. Dobbiamo fare una squadra operaia, da Salernitana e da Fabrizio Castori. Dobbiamo correre il triplo degli altri. Se prendiamo giocatori che non hanno queste caratteristiche, facciamo fatica».

Read Previous

Covid, è scattato il Freedom Day: in Inghilterra stop alle restrizioni

Read Next

Crollo turisti nel Salernitano: colpa di variante Delta e previsioni meteo sbagliate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: