Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 28 settembre: 1.494 nuovi casi e 16 morti,

Gli aggiornamenti sull’emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi lunedì 28 settembre 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi lunedì 28 settembre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2. Nelle ultime 24 ore si contano in particolare ben 131 ricoveri in reparti covid e 10 in terapia intensiva. Purtroppo si devono registrare anche 16 decessi. Quanto ai nuovi positivi, su un numero bassissimo di tamponi (appena 50mila) si registrano 1494 nuovi casi. Campania (295) e Lazio (211) le regioni con il maggior numero di contagi.

Il dato più importante di oggi è relativo al numero degli attualmente positivi che supera di nuovo quota 50mila: era dal 27 maggio, 4 mesi fa, che non si superava tale soglia psicologica, ma si era in piena fase discendente fino ad arrivare al minimo il 24 luglio con 12.301 malati.

L’ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri domenica 27 settembre registrava 1766 nuovi casi (1.869 sabato e 1912 venerdì) ma con circa 17mila tamponi in meno. Si registrava inoltre un aumento delle persone ricoverate in terapia intensiva ( 245, +7) mentre 2846 persone risultano ricoverate negli ospedali italiani con i sintomi di Covid-19.

Vediamo ora nel dettaglio tutti i dati dell’ultimo bollettino. In coda all’articolo la sezione aggiornata con le ultime notizie in arrivo dalle regioni per far luce sui nuovi focolai di coronavirus e le ultime notizie sull’epidemia di Covid-19 in Italia 

Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 28 settembre 2020​​

  • Articolo in aggiornamento, clicca qui per refreshare la pagina 
  • Attualmente positivi: 50.323
  • Deceduti: 35.851 (+16) 
  • Dimessi/Guariti: 225.190
  • Ricoverati: 2.977 (+131)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 264 (+10)
  • Tamponi: 51.109
  • Totale casi: 311.364  (+1.494)

Il bollettino coronavirus di oggi 28 settembre 2020 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 28 settembre 2020-4

Quanto alle evidenze territoriali oggi si registrano:

  • Lombardia: 106.323 casi totali (9.334 attualmente positivi) (119 nuovi casi)
  • Piemonte: 35.132 (2.684) (94)
  • Emilia-Romagna: 35.113 (4.685) (85)
  • Veneto: 27.156 (3.621) (183)
  • Lazio: 16.046 (6.921) (211)
  • Toscana: 14.651 (3.393) (85)
  • Liguria: 13.195 (1.770) (109)
  • Campania: 12.169 (5.740) (295)
  • Marche: 7.906 (762) (5)
  • Puglia: 7.611 (2.419) (90)
  • Sicilia: 6.785 (2.743) (102)
  • P.A. Trento: 5.942 (615) (20)
  • Friuli Venezia Giulia: 4.610 (721) (2)
  • Abruzzo: 4.384 (857) (4)
  • Sardegna: 3.767 (1.969) (37)
  • P.A. Bolzano: 3.514 (560) (25)
  • Umbria: 2.385 (508) (11)
  • Calabria: 1.957 (546) (5)
  • Valle d’Aosta: 1.300 (65) (1)
  • Basilicata: 770 (273) (7)
  • Molise: 648 (137) (4)

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni. 

Allarme in Campania dove oggi si registrano quasi 300 nuovi contagi. In 24 ore infatti su 5.592 tamponi si registran ben 295 positivi e un decesso. Il totale degli attualmente positivi in regione è salito a 12.169 unità mentre i guariti del giorno sono 144. 

Torna a crescere il numero dei nuovi positivi nel Lazio mentre la regione ha raggiunto un accordo conle strutture private per eseguire test rapidi antigenici alla tariffa massima al pubblico di 22 euro. Intanto oggi su circa 8mila tamponi si registrano 211 casi (ieri erano stati 181). Dei 211 casi di oggi 73 sono a Roma e nelle ultime 24 ore sono anche stati registrati 3 decessi. In particolare nella Asl Roma 1 sono 29 i casi e di questi sono quindici i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato e quattro casi con link ad un cluster noto dove è in corso l’indagine epidemiologica.Nella Asl Roma 2 sono 40 casi e tra questi sette sono i contatti di casi già noti e isolati, cinque individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 3 sono 4 i casi e si tratta di un contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 4 sono 6 i casi e si tratta di cinque contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato dal medico di medicina generale. Nella Asl Roma 5 sono 26 i casi e si tratta di quattrodici contatti di casi già noti e isolati, un caso individuato al test sierologico e uno in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 6 sono 56 i casi e si tratta di nove contatti di casi già noti e isolati e trentanove casi con link al focolaio in casa di riposo Villa Maria di Rocca di Papa, individuato grazie ad una attività di verifica a campione predisposta dalla Asl. Nella Asl di Latina sono ventiquattro i casi e si tratta di due casi di rientro dalla Lombardia, due dal Trentino e sedici sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Frosinone si registrano tredici casi e sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Rieti si registrano dieci casi e si tratta di sei contatti di casi già noti e isolati e due casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Viterbo si registrano tre casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati. si registra un decesso.

In Veneto registrati 183 contagi in più mentre i pazienti ricoverati in ospedale sono 213 (+9), di cui 58 negativizzati, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 27 (+1). L’eta media dei ricoverati è di 66 anni. Un terzo dei pazienti in terapia intensiva non è intubato: lo ha detto oggi il governatore Luca Zaia spiegando come in regione si registri un significativo abbassamento dell’età dei pazienti covid così come i giorni di degenza media dai 9 ai 6 giorni: “Riusciamo a curare più velocemente”. Ad oggi i sintomatici sono 40 su 3621 attualmente positivi (+131),  8611 le persone in isolamento.

++ sezione aggiornata alle ore 17:12, clicca qui per aggiornare la pagina ++

pazienti covid-2

Qui di seguito i dati dalle altre regioni: 

In Valle d’Aosta sono 3 i pazienti ricoverati con sintomi all’ospedale Parini di Aosta (nessuno in terapia intensiva) e 62 quelli in isolamento domiciliare. Dall’inizio della pandemia i guariti sono 1.809 e i casi totali aumentano a 1.300.

In Piemonte preoccupa il caso di un focolaio sviluppatosi ad Asti dove dei nove positivi – di una comitiva infettata durante un viaggio in pullman – uno è ricoverato in rianimazione. Fra i contagiati c’è anche una insegnante di sostegno.

In Lombardia oggi si sono registrati 119 casi di coronavirus, di cui 11 ‘debolmente positivi’ e 2 a seguito di test sierologico, e 2 morti. Ieri, a fronte di 16.567 tamponi, c’erano stati 216 positivi e 5 morti. In totale il numero di decessi è di 16.948. I tamponi effettuati sono stati 7.933 (totale complessivo: 2.076.349), con una percentuale rispetto ai positivi dell’1,5%. I guariti/dimessi sono stati 20 (totale 80.041, di cui 1.518 dimessi e 78.523 guariti). I pazienti covid in terapia intensiva restano 31, mentre quelli ricoverati aumentano di 4 a 306. Tra i nuovi casi, 65 sono nella provincia di Milano, di cui 36 a Milano città, 14 in quella di Brescia e 12 in Monza e Brianza.

In Liguria si va verso una stretta a Ventimiglia dove il sindaco Gaetano Scullino ha annunciato un’ordinanza con la quale istituisce l’obbligo della mascherina h24 per chiunque si sposti in città con sanzioni fino a 1.500 euro nei casi più gravi o recidivi.

In Emilia Romagna sono 85 i nuovi positivi (35.113 da inizio pandemia) di cui 36 asintomatici individuati grazie allo screeening regionale, e nessun nuovo decesso. I casi attivi sono 4.685 (+3 rispetto a ieri). Le persone in isolamento a casa sono complessivamente 4.469 (+3 rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. Stabile il numero dei pazienti in terapia intensiva: 15. Invariato anche quello dei pazienti ricoverati negli altri reparti Covid: 201. Sul totale dei nuovi casi, 37 erano gia’ in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 52 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 14 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia, Malta e regioni della Francia. Il numero di casi di rientro da altre regioni e’ 2. L’eta’ media dei nuovi positivi di oggi e’ 37,6 anni. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (20), Parma (15), Ravenna (13) e a Forli’ (13). 

In Toscana si registrano 3 nuovi decessi: 3 uomini, con un’età media di 83 anni. 85 i casi di positività in più rispetto a ieri (31 identificati in corso di tracciamento e 54 da attività di screening), il 72% è risultato asintomatico, il 19% pauci-sintomatico. I ricoverati sono 115 (10 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno). 

Nelle Marche brusca accelerazione dei ricoveri: nelle ultime 24 ore sono stati 7, che hanno fatto salire il numero complessivo a 29 e, tra questi, sono 4 quelli assistiti nei reparti di terapia intensiva (ieri erano 2) dell’ospedale regionale di Torrette (1) e di Pesaro (3); gli altri pazienti si trovano nei reparti non intensivi di Pesaro (2), Fermo (10), Torrette (10) e del Salesi, dove e’ ricoverato un bimbo di 8 mesi. In tutta la regione ci sono 733 persone in isolamento domiciliare, 5 meno di ieri, mentre sono 18 gli ospiti della struttura per anziani post Covid di Campofilone (Fermo). Si registrano 5 nuovi casi positivi su 217 tamponi. Dei cinque positivi giornalieri tre sono stati registrati in provincia di Macerata che sale così a 1.296 contagi, uno ad Ancona (2.069) e uno ad Ascoli Piceno (554). Contagi zero a Pesaro Urbino (3.119) e Fermo (566). Questi casi comprendono due rientri dall’estero (Albania e Ucraina), due soggetti sintomatici e un caso in ambito domestico. 

In Abruzzo 5 nuovi contagi in Abruzzo (tre a Pescara e uno a L’aquila), a fronte però di soli 189 test eseguiti. Si registra purtroppo un nuovo decesso, un 86enne di Pescara. Quattro i pazienti in terapia intensiva (-1 meno rispetto a ieri); 54 i ricoveri in ospedale (+4); in isolamento domiciliare si trovano in 799 (-8 rispetto a ieri). Del totale dei casi positivi, 625 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila, 1.037 in provincia di Chieti, 1.868 in provincia di Pescara, 814 in provincia di Teramo, 35 fuori regione e 5 (-2) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

In Umbria si registrani 5 nuovi ricoverati Covid che portano i pazieni covid a 41, tre dei quali (stabili) in terapia intensiva. Registrati 11 nuovi casi nelle ultime 24 ore, 2.385 totali, e quattro guariti, 1.787, mentre rimangono stabili le vittime, 85. Passano così da 506 a 513 gli attualmente positivi. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 601 tamponi, 200.751 dall’inizio della pandemia. 

In Basilicata si registra il peggior fine settimana dall’inizio dell’epidemia, con 54 nuovi casi positivi al coronavirus su 705 tamponi processati. In particolare in una Rsa di Marsicovetere (Potenza) sono stati scoperti 28 contagi, 20 tra gli ospiti e otto tra il personale, mentre un’anziana è morta nell’ospedale San Carlo del capoluogo lucano. Con questo aggiornamento la quota delle persone residenti in Basilicata positive al coronavirus è balzata da 155 dell’ultimo aggiornamento a 203. Sono inoltre 14 le persone ricoverate con il Covid-19 negli ospedali di Potenza e Matera.  

In Puglia sono segnalati due decessi attribuiti alla provincia di Foggia. Segnalati anche 90 nuovi contagi su 1456 test processati. Il numero maggiore di nuovi casi è stato rilevato in provincia di Bari: sono 52. Segue la Bat con 22 casi “riconducibili in buona parte – 16 su 22 – a una gita in pullman per i quali è scattata l’indagine epidemiologica”, fa sapere il dg della Asl, Alessandro Delle Donne. “Gli altri 4 casi – continua – sono contatti stretti di casi positivi riscontrati nei giorni scorsi. Sono tutti asintomatici”. Altre due nuove positività sono state accertate in provincia di Brindisi, 4 nel Salento e uno in una provincia non segnalata. A Foggia i nuovi casi sono nove tra cui c’è “un operatore sanitario del Poliambulatorio di Foggia” che è “in buone condizioni di salute e in isolamento fiduciario domiciliare”, fa sapere la Asl. La situazione è sotto controllo – evidenzia il dg Vito Piazzolla – Il Servizio di Igiene aziendale ha già ricostruito le catene di contagio e disposto undici tamponi. I contatti stretti sono in isolamento domiciliare. Per tutti è stata attivata la sorveglianza sanitaria attiva volontaria”. Il numero dei positivi accertati sale in Puglia a 2419.

In Calabria sono risultate positive al coronavirus 5 nuove persone mentre rispetto a ieri si registra un ricovero in più. Territorialmente i casi positivi sono cosi’ distribuiti: Catanzaro 12 in reparto; 2 in terapia intensiva; 67 in isolamento domiciliare; 200 guariti; 33 deceduti. Cosenza 12 in reparto; 121 in isolamento domiciliare; 482 guariti; 36 deceduti. Reggio Calabria 8 in reparto; 98 in isolamento domiciliare; 331 guariti; 19 deceduti. Crotone 22 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia 4 in reparto; 22 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti. Altra Regione o Stato Estero: 275 (nel totale e’ compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione). I ricoverati del setting ‘fuori regione’ e dei migranti sono stati inseriti nei conteggi dei rispettivi reparti di degenza. Complessivamente i ricoveri presso l’ospedale di Catanzaro sono 12 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti. I ricoverati presso l’Ao di Cosenza sono 12; di questi tre sono ‘non residenti’, mentre la paziente dimessa a Cosenza e’ stata inserita nel setting ‘fuori regione’. Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi. I cinque positivi di oggi sono riconducibili a focolai noti”. Nel bollettino, infine, la Regione riferisce che “dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 938. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione civile nazionale.

In Sicilia 102 nuovi contagiati e un morto. Il totale degli attuali positivi è di 2.743: 294 ricoverati con sintomi, 15 in terapia intensiva (+1) e 2.434 in isolamento domiciliare. Sono 6.785 i casi totali, 3.733 i dimessi guariti, 309 i deceduti, con un incremento di soli 2.414 tamponi effettuati. Dei nuovi contagiati, ben 62 si sono registrati nella provincia di Palermo, 12 in quella di Catania, 11 in quelle di Ragusa e Caltanissetta. Mercoledì entrerà in vigore la nuova ordinanza regionale che impone la mascherina per strada e un giro di vite sugli assembramenti.

In Sardegna si registrano 37 nuovi casi, 31 rilevati attraverso attivita’ di screening e sei da sospetto diagnostico. L’isola piange una nuova vittima: si tratta di una donna di 86 anni, ricoverata a Sassari. Sono invece 109 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-1 rispetto al dato di ieri), mentre sono 17 i pazienti (-1) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.843. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.640 (+30) pazienti guariti, più altri otto guariti clinicamente. Sul territorio, dei 3.767 casi positivi complessivamente accertati, 585 (+4) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 385 (+1) nel Sud Sardegna, 301 a Oristano, 471 (+17) a Nuoro, 2.025 (+15) a Sassari. 

Ecco infine le ultime notizie sulla pandemia raccolte nelle ultime 24 ore. 

Read Previous

Sarno il giorno dopo: il sindaco sui luoghi del disastro

Read Next

Oroscopo di Martedì, 29 Settembre 2020

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: