Patto tra “clan” rivali a Bellizzi per il traffico di droga: chiesti 2 secoli di carcere

Stando alle ipotesi della Dda, anche raccogliendo testimonianze di collaboratori di giustizia, l’inchiesta ruotava intorno ad un’alleanza tra famiglie camorristiche a Bellizzi Traffico di droga, con sullo sfondo “eredi” del clan Pecoraro-Renna e il gruppo dei De Feo, la Procura Antimafia chiede 2 secoli di carcere nella sua requisitoria, tenuta giorni fa in tribunale a Salerno. Gli imputati hanno chiesto il rito abbreviato

Stando alle ipotesi della Dda, anche raccogliendo testimonianze di collaboratori di giustizia, l’inchiesta ruotava intorno ad un’alleanza tra famiglie camorristiche a Bellizzi. Era un uomo di Giffoni Sei Casali a gestire i contatti con i canali di approvvigionamento della droga, specie con i narcos venezuelani e i clan operanti a Torre Annunziata. Il patto tra i clan delal Piana del Sele e i Picentini sarebbe stato strutturato come un’organizzazione “piramidale”, per il controllo delle piazze di spaccio. Diversi i ruoli individuati dagli inquirenti,  dai promotori a chi faceva da contatto tra i due clan per l’acquisto di grossi quantitativi di droga. Gli imputati sono 31.

Read Previous

La Campania il 20 settembre celebra la Giornata Nazionale sulla SLA

Read Next

La Guardia di Finanza ricorda il maresciallo Vincenzo Giudice

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: