Droga e armi in casa, arrestati tre fratelli a Cava

Azzannato dal cane un poliziotto

Arrestati tre fratelli a Cava de’Tirreni, un poliziotto azzannato da un cane. Questo il bilancio dell’operazione agenti del commissariato, nella serata di ieri, durante un controllo presso l’abitazione di tre fratelli (M.S. 42enne, C.S. 45enne, e C.S.  31enne) incensurati. 

I poliziotti avevano notato la presenza di un via vai di auto dall’abitazione. In particolare, alle 18 di ieri, era stata notata la presenza di due giovani che, in sella ad uno scooter, si erano allontanati velocemente in direzione del centro di Cava. 

Durante la perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti 4 bossoli esplosi per pistola calibro 44 magnum, una scatola contenente denaro contate in banconote di piccolo taglio per un ammontare di 7845 euro, 135 cartucce per fucile, 89 inneschi per cartucce da fucile e 1 carabina ad aria compressa. 

Sempre all’intero dell’abitazione, all’interno di una serra artigianale erano state nascoste circa 20 piante di marijuana. Mentre in un rudere di proprietà dei tre fratelli è stato trovato un fucile, provento di un furto all’interno di un’abitazione. 

Quando i poliziotti sono entrati nell’abitazione, il cane di proprietà dei tre fratelli, aizzato da uno dei presenti, ha morso al polpaccio destro uno degli agenti. Quest’ultimo è stato portato al nosocomio di Cava de’Tirreni con una ferita giudicabile guaribile in 5 giorni. 

I tre fratelli sono stati arrestati con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente  ai fini di spaccio, detenzione abusiva di armi, ricettazione, omessa denuncia di materie esplodenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, omessa custodia e malgoverno di animali

Read Previous

Covid-19, bollettino del 31 maggio della Regione Campania

Read Next

Spacciava crack a Torrione, arrestato 49enne

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: