Viaggia per lavoro ma non è patentato, i vigili denunciano fratello autista

Deve spostarsi da San Severino, dove risiede, a Fratte, dove collabora presso una comunità per l’accoglienza di minori non accompagnati richiedenti asilo, ma non ha la patente e preferisce non usare i mezzi pubblici per evitare, in questa fase pericoli di contagio. Nonostante si sia munito anche di ben quattro autocertificazioni e abbia chiesto informazioni alla polizia municipale per i suoi spostamenti, Gerardo Ragosa – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – è stato vittima della burocrazia o meglio dell’interpretazione dei nuovi provvedimenti. Perchè? Al fratello che l’accompagna al lavoro in auto, gli agenti della polizia municipale hanno contestato, nel viaggio di ritorno nella Valle dell’Irno, la mancanza di una valida motivazione per spostarsi da un comune all’altro. E alla fine è stato multato. Ieri ha richiamato al comando della municipale: «Mi hanno ribadito che posso essere accompagnato in auto da un familiare, gli ho detto che mio fratello era stato denunciato ma la risposta è stata laconica: “I colleghi hanno sbagliato”».

Read Previous

Covid: nuove misure in Campania. De Luca: “Tutti a casa fino al 14 aprile”

Read Next

Raggiro di un disabile a Battipaglia, identificato e denunciato il ladro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: