Battipaglia, controlli del territorio: scarichi abusivi nel Tusciano

Il controllo del territorio è all’ordine del giorno nelle attività poste in essere quotidianamente dall’amministrazione Francese anche grazie alle numerose segnalazioni pervenute in merito al ripetersi dell’annoso fenomeno della temporanea colorazione scura assunta dalle acque del Tusciano. L’esito dei controlli – La nota dell’Ente

“Come ormai avviene da diversi anni in coincidenza del periodo di molitura delle olive, in data 30 ottobre 2019 dalle ore 8:30 circa, mentre il fiume assumeva nuovamente il solito colorito brunastro, abbiamo ripercorso il corso del fiume, al fine di individuare la fonte dello sversamento di quelle che, in base all’odore e all’aspetto oleoso, sembrano essere acque reflue di vegetazione di frantoi oleari. Una prima verifica sul Tusciano è stata esperita in località Fiumillo del Comune di Battipaglia, dove si poteva accertare la persistenza di una colorazione del greto del fiume piuttosto scura, sebbene le acque, comunque torbide, non apparissero del tutto “nere”. Risalendo il corso del fiume è stato raggiunto il territorio del Comune di Olevano sul Tusciano e, precisamente in località Festola, nei pressi della cantina Firosa, si potevano verificare limpidezza e trasparenza delle acque fluviali nonché la pulizia del greto – spiega l’assessore all’Ambiente Carolina Vicinanza – atteso che tale seconda verifica era stata eseguita a monte dell’immissione, nel fiume Tusciano, del torrente Cornea, si decideva di raggiungere quest’ultimo, il cui corso attraversa il Comune di Montecorvino Rovella e ne segna, in parte, il confine con il limitrofo Comune di Olevano. Percorrendo via Ferriere, in agro del comune di Olevano, è stata raggiunta un’ansa del torrente Cornea, poco prima dell’immissione nel fiume, dove le acque, in quel tratto poco impetuose, si presentavano di un intenso colorito bruno del tutto simile alla segnalata colorazione assunta sporadicamente dal Tusciano. Proseguendo con le verifiche, si raggiungeva un tratto del torrente Cornea in Contrada San Lorenzo di Olevano sul Tusciano, a monte della confluenza, in sinistra idraulica, del Rio Trazzo. Anche qui il greto del torrente appariva scuro e le acque, sebbene più limpide che nel tratto precedentemente visionato, si mostravano ricche di frammenti scuri ascrivibili ai residui di lavorazione delle olive. I residenti della zona, presenti al controllo, hanno confermato il ciclico manifestarsi del fenomeno di intorbidamento delle acque del torrente Cornea in concomitanza con l’avvio della stagione della molitura. Abbiamo segnalato alle autorità competenti quanto sta avvenendo è necessario che i Comuni creino una rete di collaborazione per contrastare il fenomeno degli scarichi abusivi e di intensificare i controlli sul proprio territorio proprio come sta facendo il Comune di Battipaglia grazie al valido aiuto del Comando Vigili”.

Read Previous

Agropoli, incidente Cilentana: restano gravi le condizioni di Francesco Farro

Read Next

Battipaglia, incidenza tumori sul territorio. Lo studio della “Csmg” -VIDEO-

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: