Salerno, suicidio nel cantiere: 29enne di Pontecagnano si è lanciato nel vuoto dalla gru

(ARCHIVIO) Guanti da lavoro in un cantiere, in un’immagine d’archivio. Un operaio di 47 anni, di Foggia, è morto dopo essere stato schiacciato da una lastra di calcestruzzo all’interno del cantiere in cui stava lavorando, a San Giovanni Rotondo (Foggia). La dinamica dell’incidente è in fase di ricostruzione. Quando i medici del 118 sono arrivati sul posto per il 47enne non c’era più nulla da fare. ANSA / FRANCO SILVI

La tragedia si è consumata nella notte in un cantiere edile della zona orientale di Salerno. Un 29enne di Pontecagnano si è tolto la vita lanciandosi giù dalla gru, dopo aver scavalcato la rete di recinzione ed essere salito in coma alla macchina dalla quale si è buttato nel vuoto.

A scoprire il cadavere, in tarda serata, è stata – come riporta il quotidiano “Il Mattino” oggi in edicola – la guardia giurata addetta al controllo del cantiere. Il ragazzo potrebbe aver atteso il cambio di turno degli addetti alla vigilanza e alla supervisione per agire indisturbato e per non rendersi visibile, sfruttando anche la zona poco illuminata.

Nessuna avvisaglia e nessun biglietto sono stati ritrovati sul luogo del suicidio anche per dare una spiegazione sul motivo dell’estremo gesto, in attesa che si completino le indagini degli inquirenti.

Read Previous

Battipaglia. Successo per il “Christmas Sciò” , tra musica, arte e condivisione

Read Next

Pontecagnano, buco nei conti della Farmacia Comunale: tre richieste di rinvio a giudizio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: