Transizione 4.0: termine investimenti entro il 2023

Sei mesi in più concessi alle imprese che investono in beni 4.0: con il nuovo termine potranno accedere ad un credito d’imposta più elevato.

Il consiglio dei Ministri ha prorogato i termini per consegnare i beni 4.0 ordinati nel corso nel 2022 fino al 31 dicembre 2023 rispetto alla scadenza originaria fissata al 30 giugno 2023.Manovra e Milleproroghe: le novità per imprese e consumatori 27 Dicembre 2022 La proroga si colloca nell’ambito di una serie di misure di competenza MIMIT, che tra Manovra e Milleproroghe vede afferire al ministero diverse misure che riguardano imprese e consumatori.

In particolare, lo slittamento dei termini per il completamento delle spese in beni 4.0, è una misura resasi necessaria per venire incontro alle imprese che stanno investendo, e che potranno quindi accedere ad un credito d’imposta più elevato.

La proroga del termine riflette il mutato contesto internazionale, che ha determinato un forte freno per la produzione in conseguenza della guerra in Ucraina e dell’aumento delle tensioni sul mercato, con la riorganizzazione delle catene del valore ed il rallentamento dei flussi di commercio internazionale, aggravate dalla riduzione delle importazioni di materie prime da Russia e Ucraina.

Read Previous

Bolletta della luce finalmente in calo ma il gas torna a salire

Read Next

PNRR: i prossimi target e le riforme del primo semestre 2023

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: