Salernitana, patron Iervolino conferma Nicola in tv: decisiva la sfida al Verona

Ombrello aperto, ma a tempo. In diretta, a Lira Tv, il presidente della Salernitana Danilo Iervolino riconferma l’allenatore granata Davide Nicola ma non manca di sottolineare a ripetizione che al Mapei Stadium di Reggio Emilia sia scesa in campo “la Salernitana più brutta della stagione” Ombrello aperto, ma a tempo. In diretta, a Lira Tv, il presidente della Salernitana Danilo Iervolino riconferma l’allenatore granata Davide Nicola ma non manca di ssottolineare a ripetizione che al Mapei Stadium di Reggio Emilia sia scesa in campo “la Salernitana più brutta della stagione”. La riconferma c’è, al momento la Salernitana prosegue con Nicola ma il patron dice anche che il calcio “è fatto di energia e se non ci fosse energia, sarebbe anche un dovere morale intervenire. Ad esempio, se per assurdo si perdesse 10-0 contro il Verona, sarebbe inevitabile parlare con Nicola per chiedergli spiegazioni”. Tutto è legato dunque alla prossima sfida casalinga contro l’Hellas Verona (sconfitta in rimonta in casa 2-1 dall’Udinese), in programma domenica 9 ottobre allo stadio Arechi. “Davide Nicola è l’allenatore della Salernitana: ci siamo sentiti oggi con allenatore e direttore, ci sono responsabilità diffuse, dobbiamo registrare delle cose – ha detto Iervolino – Suona un campanello d’allarme serio, bisogna rimediare con attenzione”. Nel dopo partita di Sassuolo-Salernitana, il diesse De Sanctis ha usato parole durissime per analizzare la crisi tecnica e di risultati della squadra granata. De Sanctis ha delegittimato Nicola? “È il gioco dei ruoli, dei pesi e dei contrappesi, l’ipocrisia non ci deve appartenere – risponde il patron della Salernitana – . Il giorno successivo si stempera e si chiarisce, è il bello del calcio. Mister e diesse sono due uomini di valore”. Poi tante sottolineature: “Bisogna registrare il comparto difesa e centrocampo, la squadra deve correre di più, vincere più contrasti. Si può cambiare modulo? Le scelte sui giocatori competono a Nicola. Oggi abbiamo discusso in generale delle cose che non vanno, abbiamo ritrovato serenità dopo un chiarimento fatto da tutti e tre, insieme a De Sanctis e all’allenatore. Con il Sassuolo abbiamo perso la partita in ogni settore, siamo stati inferiori per tutta la gara. Però il modulo può essere cambiato, certo: Nicola ha una visione eclettica del calcio, non rigida, se vorrà cambiare modulo lo potrà fare, le caratteristiche dei giocatori glielo consentono”.

Read Previous

Battipaglia. Domani ore 17 incontro pubblico tra i redattori del PUC e i cittadini

Read Next

Contrabbando di sigarette, convalidati gli arresti. Di Stasio resta ai domiciliari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: