Luci spente e lumini da cimitero accesi: parte la protesta nei negozi

Dalle 19 alle 20:30, un’ora e mezza nella quale decine di attività commerciali di Salerno – bar, panetterie e tante di altre tipologie – hanno deciso di spegnere le luci dei negozi.

Staccato il contatore, ad illuminare i locali solo i lumini da cimitero. Ha preso il via in serata la protesta dal forte valore simbolico degli imprenditori, che denunciano come le loro attività siano sempre più a rischio chiusura.

Principale motivo della mobilitazione di artigiani, commercianti a aziende il caro-bollette che sta strangolando i negozi, mettendo a rischio i sogni di una vita e tantissimi posti di lavoro.

Fino a sabato, tutte le sere, chi ha aderito all’iniziativa spegnerà le luci per accendere i lumini.

Non solo. Giovedì pomeriggio è in programma la mobilitazione collettiva con un corteo che dallo stadio Arechi arriverà fino in Prefettura.

Sarà proprio al rappresentante dello Stato, Francesco Russo, che i promotori della manifestazione chiederanno di portare al Governo nazionale il grido di dolore che arriva da Salerno.

Read Previous

“Safety Days”: al via la campagna della Polizia Stradale

Read Next

Prima il Pontificale e poi gli impianti sportivi: la Salernitana onora San Matteo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: