Campania, bonus 1000 euro professionisti: ok a 20mila pagamenti

Bonus 1000 euro professionisti in Campania: oggi altri 20mila pagamenti. I pagamenti sono già iniziati e oggi, 6 maggio, partiranno i bonifici per altri 20mila professionisti. Per il bonus per gli autonomi previsto dalla Regione Campania la piattaforma è ancora aperta, le domande possono essere presentate fino al prossimo 8 maggio.

Circa 57mila quelle arrivate al 30 aprile. 2.300 professionisti hanno già ricevuto l’accredito: si tratta degli iscritti alle casse previdenziali dei Periti agrari e dei Ragionieri per i quali è stata riscontrata l’effettiva iscrizione. Da oggi via ad altri 20mila tra professionisti ed autonomi. Anche per questa misura la Regione ha seguito lo schema nazionale (per i 600 euro arrivati non senza difficoltà agli aventi diritto), utilizzando come per tutto il Piano i fondi nazionali del Fondo sviluppo coesione e quelli europei, rimodulati almeno per oltre 360 milioni dopo l’accordo con il ministro Provenzano.

Bonus mille euro professionisti Campania

Le domande potranno essere inviate fino alle ore 15 dell’8 maggio 2020, salvo proroghe. I bonus saranno erogati direttamente sui conti correnti dei beneficiari, anche attraverso l’acquisizione di dati da parte dell’Inps – per i lavoratori autonomi – e delle casse previdenziali private (per gli iscritti agli ordini professionali.

Bonus 1000 euro professionisti: a chi spetta

Stando al bando, queste le categorie a cui è rivolto il bonus:

  • iscrizione all’albo professionale ed alla relativa Cassa previdenziale privata ovvero, nel caso in cui l’Albo professionale non sia costituito, alla gestione separata INPS;
  • inizio attività prima del 1/1/2020;
  • sede/studio sul territorio regionale;
  • non iscrizione ad altra forma di previdenza obbligatoria;
  • fatturato dell’anno 2019 inferiore ad euro 35.000,00. (Per “fatturato” del periodo si intendono i compensi professionali effettivamente percepiti secondo il principio di cassa al netto dei contributi obbligatori alla Cassa previdenziale e delle spese anticipate per conto del cliente/committente).

Sono esclusi i titolari di pensione, i lavoratori dipendenti, i lavoratori autonomi che non esercitano attività professionali, iscritti alle sezioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria dell’INPS.

Read Previous

Battipaglia. Longo, per la fase 2 chiede consiglio comunale permanente

Read Next

Oroscopo di Giovedì, 7 Maggio 2020

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: