Battipaglia: il Tusciano si tinge di nero e scoppiano le polemiche

Il fiume Tusciano si tinge ancora di nero. Ecco che il Comune di Battipaglia è ancora in rivolta e continuano le proteste da parte dei cittadini per l’emergenza ambientale. Anche questa mattina, infatti, il fiume che nasce dal Monte Polveracchio, attraversa il Comune di Acerno, entra nel Comune di Olevano sul Tusciano e, dopo aver attraversato Ariano e Monticelli, raggiunge il Comune di Battipaglia, appariva inquinato. Ecco che i cittadini si ribellano alla piaga ambientale che affligge la Piana del Sele: gli inquinatori seriali. Quali siano le cause nello specifico di tale fenomeno sono ancora del tutto sconosciute e il Comune di Battipaglia ha spesso cercato il supporto da parte dei Comuni limitrofi. Secondo quanto rivela Il Mattino, il periodo in cui si verifica questo strano fenomeno risulta essere sempre lo stesso, a ridosso della stagione della premitura delle olive. La causa più plausibile risulta quindi essere un frantoio che sversa illegalmente i propri rifiuti nel Fiume Tusciano. A confermare questa ipotesi ci sono i residui di lavorazione delle olive rinvenuti a foce del fiume. M al momento si tratta solo di una ipotesi.

Fonte : www.zerottonove.it

Read Previous

Baronissi: la droga arriva consegnata dal corriere.

Read Next

Battipaglia, comitato e associazioni alla Sindaca: “Chiuda lo STIR. Ora!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: