Tragedia sfiorata allo stadio di Battipaglia, Fulmine in campo ragazzino perde i sensi

Fulmine in campo a Battipaglia: ragazzino in ospedale 17 novembre 2019
„Un fulmine, stamattina, è finito in campo: un ragazzino che stava giocando si è accasciato al suolo, perdendo i sensi per qualche secondo“

Commento di un genitore
Fulmine si abbatte sul terreno di gioco dello stadio Luigi Pastena, colpiti tre ragazzini. Cadono a terra, il pronto intervento dei genitori e dello staff delle due squadre evitano la peggio. Uno dei ragazzi colpiti dal fulmine si rialza quasi subito. Gli altri due invece vengono rapidamente trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Speranza. La diagnosi non è assolutamente grave. Per fortuna, solo tanta paura. I ragazzi non sono in pericolo. Questo è il racconto di Andrea Volturno, che ha visto suo figlio atterra ed ha prestato i primi aiuti. “Intervallo tra primo e secondo tempo – scrive in un post su facebook -, una pioggia battente si scatena sul campo..ma eccoli i nostri ragazzi.. escono dal tunnel degli spogliatoi…io sono appoggiato su un piede spalle al muro………. un rumore tremendo mi sbatte contro la parete degli spalti..un fulmine si scarica sul terreno di gioco… tre ragazzi sbattono a terra…panico totale.. due si rialzano.. uno no.. non riesco a capire chi è il nostro figlio a terra..ma non importa.. mi fiondo verso gli spogliatoi, vedo il papà di Nicola.. con le lacrime agli occhi che grida è Nicola!!!..lo prendo e lo porto con me…nel frattempo il Mr.. soccorre nostro figlio..gli tira la lingua ingoiata per il forte contraccolpo.. lo alziamo..io nel tragitto ho chiamato il 118…ma niente risposta…giù le Madonne..prendiamo Nicola a braccia e lo portiamo verso le macchine..esce il preparatore dei portieri e mi urla..anche Nazareno, deve andare in ospedale, il fulmine lo ha colpito sul dito.. Alessandro mette il figlio in macchina e io Nazareno… una folle corsa in ospedale..i ragazzi vengono presi in consegna dagli operatori sanitari.. il Mr, entra con loro… Nell’uscita dal reparto di pronto soccorso, scoppio a piangere..addirittura mi telefona il papà di un ragazzo che l’anno scorso era dei nostri…la notizia era volata fin su un campo di Bellizzi… Nicola e Nazareno, grazie a Dio, ora stanno bene.. ma potete solo immaginare la paura che ho avuto stamattina”.



Read Previous

Battipagliese – Faiano, domenica scontro al Pastena

Read Next

Eccellenza girone B: il punto sul dodicesimo turno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: