Salvini da Napoli attacca De Luca e poi pensa a 5 termovalorizzatori

“Libereremo la Campania dal malgoverno dei De Luca, dei de Magistris e dei Di Maio. Voglio una regione che pensi alla grande, non rinchiusa nel recinto dei tre moschettieri sfigati De Luca, De Magistris e Di Maio”.Così Matteo Salvini, a Napoli per presentare il neo coordinatore regionale della Lega Nicola Molteni. “Molteni non viene qui a commissariare ma a coordinare. Ci sono tantissime richieste di adesione al movimento. Abbiamo tante richieste di adesione da sindaci, parlamentari, consiglieri. Ecco perché avevo bisogno di qualcuno non collegato al territorio per gestire questa fase”. “La Campania è una terra che ha nella lotta alla camorra una priorità e Molteni – che è stato con me sottosegretario all’ Interno – è la persona più indicata. A maggio ci sarà una sorpresa straordinaria, De Luca e de Magistris li mandiamo a prendere il reddito di cittadinanza”. Per quanto riguarda il candidato governatore, Salvini ha detto: prima il progetto, poi la squadra e infine il nome del candidato governatore.

DE LUCA REPLICA A SALVINI: “MI HAI ROTTO…” 

Sebbene vesta malissimo, io per Matteo Salvini nutro simpatia. Recentemente Salvini però ha detto due grosse stupidaggini a proposito del Sud e della Campania. Caro Salvini, quando parli di noi ti devi alzare in piedi e portare rispetto. Oggi la Campania è un’altra regione: paghiamo i fornitori del sistema sanitario nella metà dei tempi rispetto alla Lombardia. A parte qualche eccezione, come alcuni quartieri di Napoli e dell’area metropolitana (ma prenditela con quei Comuni), la nostra regione è libera dai rifiuti. Mi sono davvero scocciato di sentire sciocchezze. Sono pronto a un confronto pubblico sul merito dei problemi. Dove e quando vuoi.

I VERDI REPLICANO A SALVINI. “Siamo felici di apprendere che per Salvini la camorra è da estirpare. Condividiamo il suo proposito, sperando che non resti solo nelle parole ma si affermi anche attraverso i fatti. Inizi, per esempio, a non candidare dei camorristi come già accaduto ad Avellino. Serve un maggior controllo all’interno del suo partito circa i profili dei soggetti che ambiscono ad essere eletti. Tempo fa lo invitammo a prestare maggiore attenzione, non possiamo che apprendere positivamente la sua presa di posizione, che riterremo soddisfacente solo se sarà seguita dalla candidatura di soggetti scevri da collegamenti col malaffare in occasione delle prossime elezioni”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Sulle dichiarazioni di Salvini sul ciclo dei rifiuti in Campania – prosegue Borrelli – dissentiamo fortemente. L’ex ministro dell’Interno dimostra di essere molto poco informato. Realizzare un termovalorizzatore in ogni provincia sarebbe inutile e soprattutto antieconomico, tenendo conto che tali strutture sono realizzate per bruciare centinaia di tonnellate di rifiuti e alcune provincie della Campania hanno poche centinaia di migliaia di abitanti. Con l’aumento delle percentuali della raccolta differenziata, la necessità è da identificare nella realizzazione dei nuovi Stir, che permetteranno alla regione di raggiungere una condizione di autosufficienza. Tra l’altro il segretario leghista discetta con leggerezza del ciclo dei rifiuti in Campania ma gli ricordiamo che quando la nostra regione ha avuto bisogno di un aiuto durante i periodi di crisi non sono state certo le regioni amministrate dalla Lega a porgerci una mano”.

Read Previous

Anas: Tratto S.S. 163 “Amalfitana” chiusa per caduta massi

Read Next

L’almanacco del 6 novembre 2019

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: